“Europa, perché”. Rondoni all'incontro con Buttiglione e Mauro

Alessandro Rondoni è intervenuto all’incontro “Europa, perché”, svoltosi presso l’Auditorium Illumia a Bologna, introducendo gli interventi del prof. Rocco Buttiglione, già vicepresidente della Camera dei Deputati ed ex ministro per le Politiche comunitarie, e del sen. Mario Mauro, presidente del Centro Studi Meseuro, già ministro della Difesa ed ex vicepresidente del Parlamento Europeo. Al centro dell’incontro, organizzato il 5 aprile dall’associazione culturale “Esserci”, la riflessione sul presente e il futuro dell’Europa alla luce anche delle imminenti elezioni europee e delle sfide che oggi l’Unione è chiamata ad affrontare, specie quelle dell’unità politica, dell’immigrazione e della crescita economica. Rondoni ha ricordato: «Oggi c’è bisogno di più Europa e anche di un’Europa che sia più dei popoli e delle culture, non solo dei mercati». Ha inoltre ripercorso «il lavoro svolto con don Francesco Ricci in Cseo, Centro Studi Europa Orientale, dove si pubblicavano i testi clandestini del samizdat provenienti dai Paesi oltrecortina e contenenti gli aneliti di libertà di quei popoli oppressi». Ha anche ricordato di essere stato candidato alle elezioni europee 2014 perché «è necessario salvaguardare quanto di importante è stato costruito e al tempo stesso cambiare tutto ciò che è necessario affinché l’Ue non sia solo un’identità economica e burocratica, ma una realtà unita politicamente e vicina alla gente». Dagli interventi di Buttiglione e Mauro è inoltre emerso che «bisogna scommettere ancora sull’Europa, nata senza violenza, che non è un mostro che ci costringe, semmai è il contrario perché mancano politiche unitarie. Nessun Paese da solo ce la può fare nel mondo globale di oggi, per cui il progetto europeo è insostituibile».

Questo sito usa i cookie per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito. Procedendo con la navigazione, ci autorizzi a memorizzare e ad accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento nella sezione "Politica sui Cookie" della nostra politica in materia di cookie.