Prossimi eventi

on Maggio 29, 2021

Il giornalista Alessandro Rondoni esprime cordoglio per la morte del prof. Gianfranco Morra, deceduto stanotte a 90 anni, e ricorda: «Grande sociologo, è stato un accademico che ha dato tanto alla comunità, all’Alma Mater, e anche all’Università di Forlì con i suoi acuti giudizi e appassionata lungimiranza. Era un intellettuale rigoroso, curioso di tutto, brillante nelle conversazioni e nei convegni, dotato di intelligenza e ironia e sapeva affascinare pure i suoi studenti. Con la sua intensa attività culturale ci ha aiutato ad attraversare il secolo e il millennio, in un confronto continuo con la società e la sua evoluzione. Come sociologo era infatti un profondo conoscitore delle dinamiche umane e sociali. Il prof. Morra ha contribuito alla nascita e allo sviluppo dell’Alma Mater in Romagna, dandole lustro come preside di Scienze Politiche a Forlì. Affascinante divulgatore, ha offerto giudizi in dibattiti pubblici, alcuni dei quali ho avuto il piacere di moderare. Intervenne anche ad un incontro di presentazione della mia candidatura a sindaco di Forlì nel 2009 e ricordo i suoi consigli e giudizi. Il prof. Morra fu lui stesso candidato ed eletto consigliere regionale in Emilia-Romagna nel 1995». Rondoni ricorda anche «la sua passione per l’arte e i tanti rapporti e relazioni con personaggi locali e nazionali. Si rivelò proficuo pure il confronto col sacerdote forlivese don Francesco Ricci sulla profetica elezione di Giovanni Paolo II, sulla transizione dell’Est Europa e la lotta per la libertà nei regimi comunisti di allora, contro ateismo e totalitarismo. Nel 2010 lo intervistai sull’Europa e le sfide della post modernità per Il Nuovo Areopago dove furono pubblicati altri suoi testi su don Sturzo, Solidarnosc e Benedetta Bianchi Porro. Anche la rivista Studi Cattolici gli aveva dedicato recentemente, per i suoi 90 anni, un tributo culturale, riprendendo la sua storia, il suo libro “Atlante della filosofia. Il pensiero occidentale dalla A alla Z” e diversi interventi di personaggi, fra cui il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, Marcello Pera, Lorenzo Ornaghi, Carlo Galli, Sergio Belardinelli, Giuseppe Ghini, Guido Gilli, Leonardo Allodi, Igino Zavatti, oltre a un mio contributo». Rondoni esprime condoglianze alla famiglia, alle figlie Licia, docente a Bologna, ed Elena, insegnante al Liceo Scientifico, dirigente scolastico alla scuola La Nave e consigliere comunale, ai generi e ai nipoti. Il prof. Morra qualche anno fa aveva perso la moglie Maria Luisa Giardini, docente alle scuole superiori. Il funerale si svolgerà lunedì 31 maggio alle ore 15 nella chiesa del Suffragio.

Forlì, 28/5/2021

on Maggio 25, 2021

Il giornalista Alessandro Rondoni esprime cordoglio per la morte del geometra Battista Bassi, imprenditore e presidente della società di consulenza Prosit, scomparso martedì 25 maggio a settantacinque anni per una malattia. «Ricordo la sua passione per il lavoro, che ha seguito fino alla fine con grande dedizione. Aveva fondato Prosit, società che si occupa di sicurezza sul lavoro, prevenzione e protezione, ambiente e qualità, e l’ha poi fatta crescere grazie alla collaborazione dei figli Andrea, Gabriele e Simona, che lo hanno affiancato nell’attività professionale». Bassi, che alcune settimane fa aveva perso la mamma di novantanove anni, era sposato con Teresa con cui aveva da poco festeggiato i cinquant’anni di matrimonio. Rondoni ricorda anche: «Bassi era stato impegnato nel mondo di Confcooperative e aveva ricoperto l’incarico di consigliere, vicepresidente e presidente della residenza Zangheri. Era stato attivo in politica, nel mondo culturale, ecclesiale, della solidarietà e associazionistico e aveva ricoperto il ruolo di presidente del Lions Club Forlì Host. Coltivava, inoltre, uno spiccato interesse per le vicende cittadine e ricordo i suoi giudizi anche quando portava articoli e testi alla redazione de “il Momento”. Recentemente, pure sui social, faceva emergere la bellezza della sua numerosa famiglia a cui ha dedicato la vita».

Forlì, 25/5/2021

on Maggio 20, 2019

Alessandro Rondoni esprime cordoglio per la morte di Guglielmo Russo, presidente di Legacoop Romagna. «L’ho conosciuto - afferma - nei vari ambiti del suo impegno sociale e politico, con la sua passione profonda per la cooperazione e la pubblica amministrazione, e anche in Fondazione Carisp. Parlando con lui si ragionava guardando al bene comune, senza slogan ma cercando di creare le condizioni per un impegno a costruire la comunità nel rispetto delle diverse tradizioni e sensibilità. Era attento alla vita della nostra città e più volte abbiamo parlato del futuro di Forlì. Rimane un segno anche la dignità con cui ha affrontato l’ultima stagione della vita segnata dalla malattia. Condoglianze alla famiglia e alle varie realtà in cui era impegnato».

 

on Luglio 03, 2018

Interverrà Rondoni che dialogherà con i cittadini sull’attualità e la politica:
«Servono uomini capaci di costruire il bene comune e un nuovo impegno civile anche per Forlì»

Mercoledì 4 luglio alle 21 si svolgerà la decima edizione della “Festa insieme” al Rondo Point in corso della Repubblica 2 ter, angolo piazza Saffi. Un appuntamento con la tradizione romagnola e la solidarietà con ospiti l’attore Aurelio Angelucci, in arte “Tugnaz”, che declamerà versi in dialetto e ricorderà i 55 anni di attività del “Cinecircolo del Gallo” di cui è stato fondatore, e la campionessa di mattarello Maria Senzani, che farà una dimostrazione della preparazione della tagliatella ed esibirà le sue nuove creazioni di pasta fresca, dopo quelle degli anni scorsi fra cui gli strozzapreti tricolore, le tagliatelle a pois, al cacao, ai petali di fiori. In omaggio alla tradizione saranno anche presentati prodotti tipici locali fra cui nettarine, frutta di stagione e Sangiovese. Interverrà, inoltre, Alessandro Rondoni che dialogherà con i cittadini sull’attualità e sulla politica locale e nazionale. «La festa sarà un omaggio alla Romagna - ha detto - con un invito a valorizzare la tradizione, compresa quella gastronomica, e a mangiare sano gustando i prodotti della nostra terra». E sulla situazione in città, pure in vista delle prossime elezioni amministrative che si svolgeranno nel 2019, Rondoni dichiara, come ha già affermato sull’ultimo numero di “ForzARomagna”: «Servono uomini costruttori di bene comune e un nuovo impegno civile anche per Forlì». Durante la serata, inoltre, vi sarà la solidarietà con il sostegno dell’adozione a distanza di un bambino (Avsi) da parte del Rondo Point e verranno presentate le prossime iniziative, fra cui la visita guidata in programma lunedì 23 luglio alla Rocca delle Caminate (per info e adesioni Rondo Point, tel. 340 4264946). Sarà inoltre distribuito il nuovo numero di “ForzARomagna”.

Forlì, 3/7/2018

on Gennaio 24, 2018

Alessandro Rondoni sulla nomina del nuovo vescovo di Forlì-Bertinoro, mons. Livio Corazza

Leggi tutto
on Dicembre 16, 2017

Al “Peter Pan” dialogo sulla politica locale e nazionale e sulle prossime iniziative. Saranno presentate le azionidi solidarietà e illustrati i progetti culturali del 2018

Leggi tutto
on Ottobre 05, 2017

Domenica 1 ottobre la partecipazione agli incontri a Cesena e a Bologna

Leggi tutto
on Luglio 04, 2017


Il dialetto di “Tugnaz”, la tagliatella della sfoglina Maria, l’adozione a distanza di un bambino
Interverrà Rondoni che dialogherà coi cittadini sull’attualità e la politica e presenterà le prossime iniziative

Mercoledì 5 luglio alle ore 21 si svolgerà la nona edizione della “Festa insieme” al Rondo Point (corso della Repubblica 2 ter, angolo piazza Saffi), una serata a base di tradizione romagnola, solidarietà, testimonianze e attualità. Anche quest’anno saranno ospiti l’attore Aurelio Angelucci, il popolare “Tugnaz”, che racconterà gli oltre cinquant’anni di attività della compagnia “Cinecircolo del Gallo” con il libro “Amarcord” e declamerà versi in dialetto romagnolo. Sarà presente pure la regina del mattarello, la pluripremiata sfoglina Maria Senzani, che farà una dimostrazione della preparazione della pasta fresca secondo la vera ricetta romagnola. In omaggio alla tradizione saranno presentati prodotti tipici locali e frutta di stagione. Interverrà anche Alessandro Rondoni, che dialogherà con i cittadini sull’attualità e sulla politica locale e nazionale e presenterà le prossime iniziative. «In questo tempo di passaggio - ha dichiarato sull’ultimo numero di “ForzARomagna” che è in diffusione al Rondo Point - in cui la crisi economica picchia ancora forte e la gente fatica a portare avanti le cose come prima, va apprezzata la responsabilità di chi, in campo politico e amministrativo, si impegna per consolidare, in un paziente e umile lavoro per il bene comune, il legame fra le persone e le istituzioni. In questi tempi drammatici, infatti, rafforzare i legami è compito anche della politica». Durante la serata, organizzata pure a sostegno dell’adozione a distanza di un bambino (Avsi) da parte del Rondo Point, verranno presentate le prossime iniziative, fra cui la visita guidata in programma lunedì 24 luglio al Museo Interreligioso, al borgo medievale e alla Badia di Bertinoro, cui seguirà la conviviale a Capocolle. Rondoni, inoltre, racconterà la sua recente partecipazione al convegno pubblico sul cyberbullismo nel Palazzo del Ridotto di Cesena, dove è stata presentata la nuova legge per contrastare e prevenire il fenomeno, un tema che ha seguito anche nella Saletta della Banca di Forlì all’incontro con l’on. Bruno Molea. Ricorderà altresì la partecipazione a Milano al Night Out con Javier Zanetti, vicepresidente dell’Inter, e a Cesenatico alla presentazione della mostra “Paolo Rossi e Italia campione del mondo ‘82” nel Palazzo del Turismo, dove erano presenti Pablito e i mister romagnoli Arrigo Sacchi e Alberto Zaccheroni.

on Aprile 28, 2017

Alessandro Rondoni esprime cordoglio per la morte di Marino Bandini, noto imprenditore forlivese, conosciuto e apprezzato per la sua attività in Ceracarta, nel mondo culturale, ecclesiale, sociale e politico. «Lo ricordo - afferma il già candidato sindaco - con le sue acute riflessioni negli incontri pubblici durante la campagna elettorale 2009, quando ero candidato, e come attento osservatore nelle varie fasi della politica locale e nazionale. Marino aveva una bella famiglia e un cuore grande ed era sempre pronto ad aiutare le persone in difficoltà. Ricordo anche la sua capacità di relazioni quando era presidente dell’Ucid e cavaliere del Santo Sepolcro e la bella cerimonia con i dipendenti, i collaboratori e i familiari per i cinquant’anni della sua azienda. Aveva anche collaborato alla storica visita di Papa Giovanni Paolo II in Romagna nel 1986. Un caro pensiero va alla famiglia». Bandini lascia la moglie Rita, i figli Alessandro, Valentina e Cinzia, e i fratelli. Il funerale avrà luogo sabato 29 aprile alle 10.45 con partenza dalla camera mortuaria della casa di cura Villa Serena e sarà celebrato nella chiesa di Regina Pacis. La tumulazione avverrà nel cimitero di Villa Selva.

on Gennaio 18, 2017

Sulla scelta di un italiano al vertice del Parlamento dell’Ue, il politico forlivese afferma: 
«In un mondo confuso, diviso, con conflitti e derive populiste, serve un’Europa unita e di pace»

Leggi tutto

Questo sito usa i cookie per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito. Procedendo con la navigazione, ci autorizzi a memorizzare e ad accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento nella sezione "Politica sui Cookie" della nostra politica in materia di cookie.